January 3rd
Sushi B: il miglior sushi di Milano?

Brera è una zona magica di Milano. A due passi dal Duomo, si presenta come un piccolo borgo, con piazze, chiese e vicoli quasi sospesi nel tempo e nello spazio. Grazie alla sua bellezza, attira numerosi turisti, tanto che il livello medio della ristorazione nell’area non è propriamente elevato. Nella caotica baraonda di bancarelle, negozi d’arte, tarocchi e pizzerie, si trovano però alcune chicche da scoprire. Una di queste cerca di fondere la tradizione culinaria nipponica, in voga ormai da anni nella capitale meneghina, con la cucina mediterranea.

Stiamo parlando del ristorante Sushi B che, senza paura di essere smentito, si definisce “il miglior ristorante di sushi di Milano”.

Abbiamo parlato con uno dei fondatori, Filippo Visconti di Modrone, che ci ha spiegato meglio i pregi di questo locale.

 

Quali sono i punti caratteristici e distintivi per cui scegliere Sushi B a livello di ambiente?

L’ambiente è sofisticato ma anche molto rilassante, in tutte le sale del ristorante. La terrazza, caratterizzata da un ampio giardino verticale, regala un’atmosfera elegante e rilassante. Le sale interne si caratterizzano invece per elementi minimali tipici dello stile giapponese. Per gli appassionati, è possibile assistere alla manualità giapponese mangiando al tradizionale bancone sushi, mentre per chi cerchi la massima privacy, c’è la possibilità di cenare in un’esclusiva sala privata.

 

Da cosa è caratterizzato il vostro menù?

Grazie all’executive chef Niimori Nobuya, giapponese doc naturalizzato italiano, la nostra cucina unisce la cultura e la tipicità giapponese a ingredienti e metodi di cottura mediterranei. Presso Sushi B è quindi possibile gustare non solo piatti tipicamente giapponesi fatti a regola d’arte come il sushi, l’anguilla, la carne di Wagyu o altre preparazioni cotte, ma anche le specialità più fusion. Queste ultime sono molto interessanti per gli abbinamenti di sapori e per il contrasto tra gli elementi appartenenti alle due culture, italiana e giapponese. Abbiamo poi oltre 250 alcolici tra distillati e liquori e una selezione di oltre 300 etichette di vino, con un’ampia selezione di sake.

 

Immaginiamo che il servizio sia piuttosto formale…

Il servizio è giovane, molto attento e professionale. Ma, nonostante la location lussuosa, riesce ad essere informale al punto giusto per non mettere a disagio i clienti.

 

Qual è il piatto forte del locale?

E’ difficile individuare un solo piatto forte, ma sicuramente il nostro Sushi Creativo, preparato dai nostri sushiman, è il piatto che più rappresenta il punto di incontro tra cucina giapponese e sapori mediterranei.

 

La clientela tipica del locale da chi è rappresentata?

La nostra clientela è molto varia. Per la maggior parte si tratta di clienti italiani di età media, sui 40/50 anni, residenti in zona. Molti giovani però vengono per godere dell’ottimo aperitivo, grazie alla interessante proposta di cocktail East e West inspiration. Abbiamo poi una grande affluenza di giapponesi residenti a Milano, che trovano presso di noi l’ambiente giusto anche per eventi e celebrazioni.

 

Che rapporto c’è tra Sushi B e Pasta B?

Il ristorante Pasta B è della stessa proprietà ma segue un percorso diverso. Pasta B Jing Hua è una “filiale” del locale JingHua di Singapore, aperto da alcuni anni anche in Giappone. Offre una cucina singaporiana e in particolare è specializzato in noodles e ravioli al vapore o alla piastra. L’ambiente è molto più informale ma la qualità è garantita: tutte le preparazioni sono prodotte fresche di giornata e la pasta viene tirata a mano quotidianamente.