January 27th
Ristorante Tre Marchetti – Verona

Verona a Natale è ancora più affascinate del solito, con la grande stella cometa che abbraccia l’Arena e che si posa delicatamente su Piazza Bra. Ed è stata proprio Verona ad ospitarmi per una nuova cena con Diners Club, questa volta allo storico Ristorante Tre Marchetti.

 

Appena si entra dalla porta d’ingresso ci si immerge immediatamente in un’atmosfera calda, fatta di poltroncine  e lampadari di Murano e si viene accolti fin dal primo istante dall’ospitalità del titolare Matteo Barca e del personale. Un locale decorato a festa per il Natale, ma curato nei minimi dettagli anche tutto l’anno. Bicchieri colorati, una preziosa mise en place, lampadari deco e dei sottopiatti che raccontano la storia dell’Arena. Mi hanno incuriosito fin da subito, tanto d’aver chiesto spiegazione. I sottopiatti infatti rappresentano proprio tutte le opere andate in scena all’Arena. Inutile dire che qui sono passati i più grandi cantanti lirici al mondo, ma anche il Tre Marchetti  ha il suo tenore.  Lo stesso Matteo Barca, con un passato nella musica lirica, spesso improvvisa arie e duetti, lasciando i suoi clienti affascinati e stupiti.

 

Per la mia cena mi sono fatta tentare da un menu rubato dalla tradizione veronese e quindi ho iniziato con un tris di antipasti: musetto, tastasal, porcini, fasoi imbogonadi, soppressa, pancetta, il tutto servito con polenta e purea di patate.  Ho proseguito poi con due primi. Immancabile nella cucina veronese il risotto all’amarone della Valpolicella, questa volta però unito anche alla zucca. Un accostamento insolito per il classico risotto dal sapore inteso e avvolgente, grazie al celebre vino veronese. Per non farmi mancare nulla ho assaggiato anche dei favolosi tortelloni al sedano bianco di Verona.  Sono passata poi al secondo con un guancialino di vitello brasato, sempre all’amarone servito con polenta e verdurine. La carne era talmente morbida, da non dover neppure usare il coltello. Ho terminato la cena con della piccola pasticceria della casa e del mascarpone.

 

La mia esperienza con Diners Club non poteva che concludersi così, con una cena sublime e con uno scorcio dell’Arena di Verona davanti ai miei occhi, ripensando alle fantastiche serate trascorse grazie a Diners For Food.