October 12th
La settimana in breve: i trend del gusto

Questa settimana parleremo di fast food gourmet, per coniugare la risorsa tempo con la qualità che apprezzano i delicati palati dei soci del Club Diners. Ma anche di Gourmet Food Festival e ancora di cibi sempre più cool e di  tendenze che stanno tramontando, di cronaca stellare, di food delivery casalingo e di molto altro. Con alcune curiosità su due grandi protagonisti che nella nostra rassegna non possono mancare: tartufi e champagne…ça va sans dire.

 

 

 

  • Le gastronomie di Torino si mettono in rete: vitello tonnato e insalata russa arrivano a casa
    Nanà Chef Away, ovvero i piatti della nonna che arrivano a casa. Una vetrina virtuale in cui si sceglie online, si paga, e ci si fa recapitare a casa il prodotto. La peculiarità di questa iniziativa è che  stavolta sono le botteghe tradizionali a mettersi in rete: gastronomie, macellerie, pastifici e forni di Torino. Per promuovere la cucina tradizionale della città, fatta delle classiche ricette che normalmente si cucinavano la domenica: Insalata russa, mambrè, battuta di fassone, bunet…
    Per saperne di più: Gambero Rosso 

 

 

 

 

  • Tartufi: pochi e carissimi per questa annata
    Magari ci fossero le piogge autunnali. Ma per il momento, complice la siccità, si annuncia un’annata pessima per i tartufi. A ormai pochissimo dal taglio del nastro della Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba e dall’apertura del Mercato mondiale regna un cauto pessimismo e ci si domanda se sotto la terra di Langhe e Roero, dopo questa torrida estate, saranno riusciti a nascere e crescere i pregiati tartufi bianchi d’Alba e come saranno i prezzi che accompagneranno questa stagione. Per il momento le previsioni è che saranno pochi. E quindi necessariamente carissimi.
    Per saperne di più: La Stampa

 

 

 

 

  • La complessa fisica della stappatura dello champagne
    La rimozione del tappo da una bottiglia di champagne è seguita dall’uscita di anidride carbonica e goccioline di vapore acqueo, ma a seconda della temperatura di conservazione della bottiglia può aggiungersi anche la formazione di ghiaccio di anidride carbonica. Della stappatura dello champagne e di tutte le reazioni fisiche che implica si è occupato uno studio pubblicato su “Scientific Reports” da Gérard Liger-Belair dell’Université de Reims Champagne-Ardenne e colleghi, grazie a cui è stato scoperto il ruolo del brinamento, cioè il passaggio dallo stato gassoso a quello solido, dell’anidride carbonica nella formazione della bolla.
    Per saperne di più: Lescienze 

 

 

 

 

  • shutterstock_523171960Blaufrankisch, il vitigno fenomeno austriaco
    Ormai ne parla anche il New York Times e il vitigno che si dice possa superare il sangiovese è sempre più famoso. Un vino fresco beverino, ma non banale che sa di frutti di bosco e ha una gradazione non elevata. Nel corso dell’ultimo VieVinum a Vienna tutti facevano a gara a lodare questo vitigno, che come indicano gli esempi di utilizzo nelle carte dei vini può essere inserito tra i vini rossi classici ed eleganti o in quelli densi e ricchi.
    Per saperne di più: New York Times 

 

 

 

 

  • shutterstock_696179881Gourmet food festival: l’evoluzione dei salumi
    Si terrà a Torino Lingotto Fiere, dal 17 al 19 novembre 2017, e tutti parlano già di questo Festival gourmet. Tra i grandi protagonisti ci saranno i salumi, nonostante il mondo viri sempre più verso il veg. Tre saranno gli appuntamenti dedicati a loro e il trend sarà quello di salumi sempre più grassi, con un’inversione di tendenza poderosa, salumi di suino nero e pancetta. Vera star dell’evento.
    Per saperne di più: Gambero Rosso

 

 

 

 

  • Sebastian Bras, il cuoco che restituisce le stelle
    “Restituisco le mie tre stelle per sentirmi più libero”: è la notizia di cronaca che ha fatto più discutere degli ultimi tempi in tema di chef stellati e gastronews. In un post sulla sua pagina Facebook Michel Bras, subentrato dieci anni fa alla guida del famoso Le Suquet à Laguiole dopo il padre, ha infatti dichiarato di non voler più le tre stelle assegnategli per la prima volta nel 1999. “Voglio continuare a guidare il ristorante e vorrei farlo senza l’attenzione al posizionamento nella Guida Michelin e alla tensione che ne deriva”.
    Per saperne di più: Il Post

 

 

 

 

  • shutterstock_541358050Ristoranti contro la fame
    Grazie alla campagna Ristoranti contro la Fame, nata in Gran Bretagna e arrivata in Italia alla terza edizione, chef, ristoratori e clienti si uniscono in un grande gesto di solidarietà per raccogliere fondi contro la malnutrizione. Basta aggiungere 2 euro al proprio conto nei locali aderenti alla campagna per donare cibo a un bambino malnutrito.
    Per saperne di più: Sale&Pepe

 

 

 

 

  • Superfood di tendenza: ecco gli ingredienti più cool
    Gli ingredienti più cool? E’ la webzine toplook a stilare una classifica. Alcuni li abbiamo già sentiti spesso, altri sono più di nicchia e sono noti solo agli early adopter. Si va da le alghe Kelp al Poke, dall’avocado agli insetti più trendy. Ma la celebrità dipende anche come vengono cucinati e proposti. Ecco tutti i motivi della popolarità di questi cibi super trendy che strizzano l’occhio al gusto, ma anche alla salute.
    Per saperne di più: Toplook

 

 

 

 

  • La Svolta, il primo fast food gourmet
    Pasta fresca, chianina, hamburger e fritture di pesce. I fast food gourmet ormai sono sdoganati e i locali che propongono piatti veloci, ma di alto livello sono sempre più numerosi. Tra gli ultimi nati c’è La Svolta, locale all’insegna del mangiare veloce e di qualità che si trova in Località Casetta Citerni tra Follonica e Scarlino Scalo. Prodotti freschi, cucina a vista, ordinazione alla cassa, mentre si aspetta che l’ordine sia pronto comodamente seduti ai tavolini all’interno. Tutto l’ambiente è curato nel design, moderno e accogliente. Ed è già stato ribattezzato fast good.
    Per saperne di più: Ilgiunco