September 7th
La settimana in breve: i trend del gusto

Gourmet ad alta quota, videoricette di registi, castelli eno-gastronomici e crociere all’insegna del no waste: l’ultima rassegna del gusto sa d’estate (o meglio di fine estate) e coniuga il turismo con i classici topic trend del cibo. Strizzando sempre l’occhio alle novità: dagli insetti (ormai nemmeno così nuovi), alle bollicine alternative per finire con il wine and crab: le tendenze del food sono in continuo divenire e il fermento non si placa. Ai soci Diners in esclusiva le ultimissime curiosità, da gustare in spiaggia, ad alta quota o in un castello, in questi ultimi frammenti di vacanze.

 

 

 

  • Dove mangiare sulle Dolomiti: quando i rifugi sono gourmet
    C’è il Rifugio Corones e il Col Alt, il Rifugio Sofie e il mitico Comici. E poi la Malga Oberegger e altri ancora, a conferma che l’amore per le vette e per la montagna, pur nella sua essenzialità, si sposa (e anche molto bene) con il gusto più raffinato. Cime maestose, materie prime di pregio, semplicità, ma all’insegna del gourmet, in posti unici, dove si trovano vecchie stube, stalle, mucche e tradizione gastronomica. Reintepretata con classe.
    Per saperne di più: Treviso today 

 

 

  • Le videoricette dei registi più famosi di Hollywood
    Volete essere veramente cool? Offrite una cena ispirata alle videoricette dei più famosi registi di Hollywood. Dagli spaghetti, rigorosamente splatter, di Tarantino, ai dolcetti stile Gran Budapest Hotel di Wes Anderson. Tutto questo e molto di più viene proposto dal food artist David Ma, che sul suo profilo Instagram condivide ricette sceneggiate e filmate nello stile di alcuni dei registi più famosi.
    Per saperne di più: Finedininglovers 

 

 

  • I primi 25 anni di Ernst Knam a Milano, il regno del «re del cioccolato»
    Preparazioni che sembrano uscite da un atelier di un pittore d’avanguardia, vere e proprie opere d’arte. E per di più buonissime. In occasione dei festeggiamenti per i 25 anni dello storico locale di via Anfossi 10, a Milano, lo chef e mâitre chocolatier di origini tedesche ha lanciato quattro nuove linee: dai macarons salati alle quiche mono-porzione, salate e dolci, ai cubotti di cioccolato K. I festeggiamenti per il quarto di secolo, considerato chi è Mr Knam, sono stati chiaramente gourmet. Correva il 1992 quando nacque L’Antica Arte del Dolce, rinata nel 2015, completamente rinnovata negli spazi, come Pasticceria Ernst Knam. Buon compleanno!
    Per saperne di più: de-gustare

 

 

  • Insetti da mangiare: il via libera della Svizzera
    Degli insetti come ultima frontiera del cibo si parla ormai da qualche anno, ma la Svizzera ora fa sul serio e non si limita a chiacchierarne. Grilli, cavallette, larve della farina: questi insetti in Svizzera sono ritenuti ormai commestibili e fruibili grazie a una nuova legge che si impegna a regolamentare il consumo e che dal 21 agosto 2017 li propone sugli scaffali dei supermercati Coop della Confederazione.
    Per saperne di più: Gambero Rosso  

 

 

  • castelloQualche castello con ristorante da favola (e stellato)
    Provenza, Oxfordshire, Chianti o California: il fascino del castello e il suo immancabile richiamo alle dame e ai cavalieri d’altri tempi si ammanta in certi casi anche del fascino regale e gustoso della gastronomia gourmet. Finedininglovers propone una rassegna di castelli da favola che, come valore aggiunto, possono vantare anche una cucina stellata. E nell’incipit della presentazione dichiara: “Tra tutti i sogni, il più fiabesco per un gourmet è cenare in un castello”.
    Per saperne di più: Finedininglovers  

 

 

  • Arrivano le bollicine prodotte dai cereali (che piacciono alle donne)
    Il mondo degli spumanti è in continua crescita, anzi sarebbe meglio dire che è in continuo fermento. Ma chi ha detto che le bollicine devono per forza nascere dalle uve? Nasce così la sfida di produrre bollicine da cereali, un progetto dell’azienda VitAntica, sede (non a caso) in Romagna. Oscar Severi, alla guida del gruppo, racconta la genesi della prima etichetta di questo tipo, Originalis: “Ho un sogno – dichiarò Severi una sera a Franco Re, fondatore e rettore dell’Università della birra di Varese – vorrei realizzare un prodotto brassicolo che come un Prosecco si possa proporre in modo versatile a ogni latitudine e a ogni occasione di consumo, in ogni momento della giornata e in ogni stagione. Un prodotto come uno spumante che piaccia soprattutto alle donne”. Il resto è cronaca.
    Per saperne di più: de-gustare

 

 

  • crab-wineIl granchio in tutte le sue forme: a Mosca fa furore il concept Wine and Crab
    Volete vivere Mosca in modo veramente esclusivo? Allora affidatevi a due gemelli, ai granchi e al vino. Aspettando la riapertura di Twins, celeberrimo indirizzo moscovita dei gemelli Ivan e Sergey Berezuckiy, la coppia di cuochi si diletta infatti su due diversi progetti, sempre a loro firma. Parliamo di due locali, entrambi con il nome di Wine and Crab: uno vicino alla Piazza Rossa (inaugurato un anno fa), è in Nikolskaya, nell’ambito di un polo commerciale del lusso, mentre l’altro ha aperto recentemente a Barvikha, in un luxury village molto conosciuto alla periferia ovest della capitale. L’obiettivo è appunto quello di far conoscere il granchio in tutte le sue forme e declinazioni.
    Per saperne di più: Reporter Gourmet 

 

 

  • Le navi di Costa Crociere non sciupano più
    Serate di gala, vestiti principeschi, navigazioni suggestive. Ma al tempo stesso un’attenzione verso lo spreco e uno sforzo reale da parte di un colosso del mondo delle crociere, Costa Crociere, che cerca di cambiare qualcosa e decide di non sprecare mai più. A un anno dall’entrata in vigore, la Legge Gadda si conferma efficace nella semplificazione delle pratiche burocratiche che favoriscono il recupero delle eccedenze alimentari e tra le ultime conquiste del Banco Alimentare c’è proprio l’accordo con la compagnia di navigazione che ha presentato un progetto per il recupero e il riutilizzo a fini sociali delle eccedenze alimentari prodotte a bordo delle navi da crociera.
    Per saperne di più: Gambero Rosso 

 

 

  • wiskeyLa vera storia di Jack Daniel’s e del tributo allo schiavo (riscritta)
    Già nel centocinquantesimo anniversario il produttore dello storico brand aveva strategicamente iniziato a raccontare come andarono realmente le cose. Daniel imparò a distillare il whiskey da uno schiavo, quando andò ad aiutare il proprietario di un alimentari che aveva anche un distilleria, Dan Call. Ora, dalle colonne del New York Times, la storia viene ulteriormente riscritta grazie all’autrice di fama Fawn Weaver: il whiskey più famoso al mondo esiste dunque grazie a uno schiavo di Call, Nearis Green, che insegnò a Daniel il processo per arrivare al distillato, ma la storia è ancora lunga e va raccontata fino in fondo. Fawn Weaver ha deciso di approfondire la questione e, non paga che questa storia dello schiavo sia diventata da segreto (seppur open) a cavallo di battaglia nei social e nelle campagne di marketing, ha ricostruito tutta la storia. Documentandola con scrupolo e ripagando Nearis Green.
    Per saperne di più: New York Times 

 

 

  • Amazon: addio al congelatore
    Amazon spacca anche sul mercato alimentare e fa ben sperare che si possa dire addio al freezer. O quantomeno arrivederci. Forte dell’acquisizione di Whole Foods, il colosso di Jeff Bezos sta per lanciare una linea di prodotti pronti che non necessitano di essere surgelati. I sempreverdi e sempre freschi prodotti sarebbero basati su una tecnologia all’avanguardia sviluppata inizialmente per l’esercito americano.
    Per saperne di più: Ansa