November 25th
La settimana in breve: i trend del gusto

 

Viaggiare “veg”, magari verso il Sol Levante, dove ci si può finalmente immergere in una vasca traboccante di vino. E dove si può gustare un fantastico sushi, rigorosamente tricolore. E a proposito di difesa dell’eccellenza gastronomica del Belpaese: mentre a Bologna una Fondazione della cultura alimentare si affianca alla “Disneyland del cibo”, ad Alba nasce “Save the Truffle”, progetto per salvaguardare le aree da tartufo bianco. Per i soci del Club Diners golosi di news, queste e altre ancora soddisferanno il loro sapiente appetito.

 

 

 

  • Save the Truffle: salvare le aree da tartufo

Negli ultimi anni le aree dove nasce il più prestigioso tartufo bianco si sono ridotte del 30%. Per questo è nata ad Alba Save the Truffle, iniziativa lanciata da un trifulau e un naturalista, per salvare la zona attraverso il turismo responsabile. Un lavoro in primis culturale, che coinvolge anche la ricerca. Fino a dicembre è aperta la raccolta fondi per contribuire al progetto.

Per saperne di più: Gambero Rosso

 

 

  • shutterstock_469539608Vegvisits, il nuovo Airbnb per vegetariani e vegani

Stile di vita, quelli del vegetariano e del vegano, sempre più comuni, ma che rendono difficile viaggiare nel comfort gourmet: per questo nasce Vegvisits , una sorta di Airbnb dedicato, non solo piattaforma online di prenotazione, ma anche community di viaggiatori, con regole ben precise di accoglienza.

Per saperne di più: Il Giornale del Cibo

 

 

 

 

  • Maiali Mangalista, il Kobe del suino

Hanno un vello di lana riccioluta in stile pecorino, i maiali Mangalista, razza di discendenza ungarica che è stata sull’orlo dell’estinzione. Negli ultimi anni però questi particolari maiali sono riusciti a rinascere grazie all’apprezzamento di allevatori e chef: le loro carni sono talmente buone da essere salutate come “il Kobe del suino”. Altamente marmorizzate, altamente grasse, sono un incredibile concentrato di sapore.

Per saperne di più: Fine Dining Lovers

 

 

  • shutterstock_404160610L’Italia esporta il sushi in Giappone, Italian style

Incredibile ma vero, a Tokyo il nuovo sushi parla italiano: apre infatti i battenti Zero Tokyo, aperto dal creatore di Zero Milano, innovativo ristorante giapponese di corso Magenta, già adocchiato dalla Michelin. Che adesso esporta “la cucina giapponese con stile italiano”. E ha già stilato la lista delle prossime aperture, in Cina, Australia e Vietnam.

Per saperne di più: GQ Italia

 

 

 

 

  • La nuova parola d’ordine è: affumicare, affumicare, affumicare

Una tecnica preistorica di conservazione dei cibi si evolve e si conferma ultima moda nel mondo del food: dai dessert ai cocktail, dalla verdura alla frutta, basta che sia affumicato. Con bacche di ginepro o rosmarino, timo o salvia, legni non resinosi come la betulla, il cedro, il ciliegio, il corbezzolo. Per un sapore dalle sfumature uniche!

Per saperne di più: Fine Dining Lovers e MSN

 

 

  • shutterstock_149785463Nasce a Bologna la Fondazione della cultura alimentare

Mentre nella periferia di Bologna è in costruzione la “Disneyland del cibo”-  80mila metri quadrati tra campi, fattorie, laboratori, ristoranti, botteghe, 6 milioni di turisti attesi ogni anno – si pensa anche alle attività formative: nel parco se ne organizzeranno 5mila ogni anno, dedicate alle scuole, italiane e straniere. La regia di quest’aspetto sarà di FICO, neonata Fondazione frutto dell’alleanza tra il Centro agroalimentare di Bologna e tre soci investitori del progetto Fico-EatalyWorld attraverso il Fondo Pai.

Per saperne di più: Il Sole 24 Ore

 

 

 

 

  • Giappone: ecco la spa dove si fa effettivamente il bagno nel vino

Certo, i trattamenti di bellezza a base di vino sono da anni materia di Spa. Ma chi non ha mai sognato di fare un vero e proprio bagno nella divina bevanda? I sogni si possono avverare nel Sol Levante, dove Yenessun Resort Spa si presenta come “Spa parco a tema” in cui gli ospiti possono immergersi in vasche da bagno riempite di vino, per una “vinoterapia” che risale ai tempi all’antico Egitto.

Per saperne di più: Fine Dining Lovers