April 26th
La settimana in breve: i trend del gusto

Pollice alto per l’Italia dell’imprenditoria agricola giovanile, pasta fresca che conquista la City e consumo record di champagne. Pollice basso, anzi bassissimo, per il tartufo. I nostri soci d’alta classe culinaria del Club Diners questa settimana scopriranno anche in quali mari tropicali si può cenare sott’acqua, qual è il superfood da sgranocchiare in ufficio e il Paese emergente nella gourmet scene internazionale. Ah, e chi restaura i capolavori di Leonardo?

 

 

 

 

  • Arte: il nuovo mecenate è l’industria alimentare
    Che si tratti di proteggere i capolavori nostrani o di promuovere artisti emergenti, i mecenate del mondo d’oggi sono le aziende. E quelle dell’industria alimentare sono sempre più protagoniste del connubio arte-business. I contributi più celebri? Il Cenacolo di Leonardo a Milano, da parte di Eataly e le catacombe di San Gennaro a Napoli, by Parmacotto.
    Per saperne di più: Il Sole 24 ore

 

 

 

 

 

 

 

  • Pistacchio, ‘superfood’ da ufficio che fa anche dimagrire
    Come tutta la frutta a guscio, allunga la vita e aiuta a mantenere il peso-forma. I golosi pistacchi sono lo spuntino spezza fame perfetto per arrivare alla pausa pranzo lucidi e non troppo affamati: secondo nuove ricerche, i pistacchi stimolano le capacità intellettuali e aumentano i livelli di concentrazione al lavoro.
    Per saperne di più: Sale&Pepe

 

 

 

 

 

 

  • La pasta fresca conquista definitivamente Londra
    Ravioli, tortelloni, tagliolini&c: la pasta fresca italiana conquista definitivamente la City. Il boom è così forte da competere niente meno che con la pizza. L’ultima sono i pop up bar dedicati. Gli chef tricolori sono in pole position per nutrire la bella stagione londinese.
    Per saperne di più: Gambero Rosso 

 

 

 

 

 

 

 

  • Tartufi, gli chef abbandonano l’Italia e scelgono la Grecia
    Prezzi alle stelle e contraffazioni a più non posso: il tartufo italiano – Alba in primis, ovviamente – rischia grosso nel mercato internazionale dell’alta cucina. Da sempre il più ricercato dagli chef nel mondo, il Tuber magnatum pico, volgarmente detto tartufo bianco, pare cresca benissimo anche sul suolo ellenico. Ed è proprio alla Grecia che si stanno rivolgendo adesso i cuochi d’alto bordo.
    Per saperne di più: Scmp

 

 

 

 

 

  • Kombu Sushi, apre il ristorante senza camerieri
    Il servizio non è mai abbastanza impeccabile per voi? Fatene a meno! Per mangiare sushi d’altissima qualità seduti al ristorante, d’ora in poi ci si potrà comodamente servire da soli. Kombo, “Creative Japanese Food” è un locale che serve sushi all’italiana preparato sotto gli occhi del cliente, ma rigorosamente senza camerieri per portarlo in tavola. L’idea è di un imprenditore torinese.
    Per saperne di più: Millionaire

 

 

 

 

 

 

 

  • Su un vulcano o sotto il mare: 6 ristoranti per gourmet avventurosi
    Forse il cibo che servono non apparirà nella lista dei top ten mondiali, ma la loro location sì. E sono imperdibili. Dalle ormai famose “cene appesi in cieloche avvengono in diversi punti del pianeta al ristorante subacqueo nei mari delle Maldive, dal ristorante nel ghiaccio in Finlandia  quello sugli alberi in Nuova Zelanda. Prenotateli tutti.
    Per saperne di più: Finedininglovers

 

 

 

 

 

 

 

  • Champagne: nuovo record export, in Italia crescita a 2 cifre
    Se il successo globale dell’italico prosecco è inarrestabile, in madrepatria gli italiani bevono champagne. Le bollicine francesi crescono di oltre l’11% nel Bel Paese (che è il quinto importatore mondiale): nell’ultimo paio d’anni, gli italiani hanno stappato un milione di bottiglie di champagne in più.
    Per saperne di più: Il Sole 24 Ore

 

 

 

 

 

 

 

  • Forget Michelin, ecco i 20 migliori ristoranti in Europa secondo i fine diners
    Si chiama Opinionated About Dining (OAD) ed è una classifica basata sui sondaggi che permettono ai clienti di votare i loro ristoranti preferiti. Vince la Francia, col tristellato Régis et Jacques Marcon e al terzo posto la maison d’alta cucina Troisgros. Al secondo posto lo svizzero, perfetto Hotel de Ville a Crissier, a due passi da Losanna. In Italia? Dal Pescatore.
    Per saperne di più: Finedininglovers

 

 

 

 

  • Italia leader in Europa per imprenditoria giovanile agricola
    Dati freschi Coldiretti alla mano, sono ben 55mila le imprese agricole gestite da under 35. Hanno successo, valorizzano il territorio e promuovono la sostenibilità. Con la loro sensibilità green stanno rivoluzionando il lavoro nei campi, a vantaggio di tutti. Un applauso ai giovani imprenditori agricoli nostrani.
    Per saperne di più: Il Giornale del cibo

 

 

 

 

 

 

  • Food scene internazionale, è l’ora del Messico
    Le previsioni trend 2018 già battevano la lingua a ritmo di maracas, e la conferma arriva in idiomi diversi dai quattro lati del pianeta: è il Messico il protagonista della food scene internazionale emergente. E non si parla qui di tacos ed enchiladas, ma della sua cucina regionale, con i suoi piatti più gustosi ed esotici, che non trascurano gli insetti – come le escamoles, larve di formica Presidio Slow Food o il cosiddetto “caviale d’insetti”.
    Per saperne di più: Japantoday