June 12th
Cocktail di tendenza a bordo piscina

Dalla Versilia al Canal Grande, passando per metropoli come Milano. I luoghi dove staccare la spina, divertirsi e bere i drink più glam dell’estate 2018. Li raccontiamo in esclusiva per i Soci di Diners Club.

 

Quando l’estate arriva e sopraggiunge la sete trovare il luogo giusto, dove unire il piacere del palato con ottimi cocktail a quello della vista donata dal locale, diventa un must.
Per la stagione calda 2018 sembra che i bar più glam a bordo piscina vadano per la maggiore, sia in città e che al mare, dove i bartender preferiscono tenere in carta pochi classici, di solito rivisitati, e creare in casa i propri drink ribattezzandoli Signature Serve. Rum, gin, vodka e Prosecco sono i protagonisti: dalla Versilia al Canal Grande, passando per i roof top delle grandi città. Curiosi? Ecco i migliori cocktail del momento e dove sorseggiarli.

Per chi vuole coniugare alla spiaggia la musica, i cocktail, il buon cibo, ci sono solo due parole che dal 1998 accendono la fantasia dei viveur, ovvero Nikki Beach. Il progetto, nato dall’idea dell’imprenditore Jack Penrod, che sulla SoBe (la spiaggia di South Beach di Miami) inaugurò un caffè con giardino e piscina circondati da una voliera di farfalle, oggi conta ben 14 locali tra Saint Barth, Saint Tropez, Dubai, Monte Carlo, Marbella, Ibiza – e l’ultima inaugurato in Versilia, a Marina di Pietrasanta. Quest’ultimo a bordo piscina propone specialità esclusive come il drink che va per la maggiore il Nikky Beach Mojito a base di Lemon Flavored Rum, zucchero, menta fresca e lime con l’aggiunta di fragole, lamponi, more o frutto della passione.

A Venezia, neanche a 20 minuti di motoscafo da piazza San Marco, si trova un resort di superlusso che occupa un’intera isola della laguna. Su ben 6,5 ettari di terreno, il JW Marriott Venice, nell’Isola delle Rose, è il giusto ritiro per coloro che vogliono entrare nel mood “take your time”, lontani dal caos turistico di Venezia, immersi nel silenzio della natura. Tra edifici razionalisti, degli anni ’20 e ’30, e ristrutturazioni, recuperi e riconversioni eseguite dallo studio Matteo Thun & Partners si trova la piscina scenografica dove, per l’aperitivo, si gode di tramonti da cartolina. Salendo al quarto piano del resort al Sagra Poolside Bar non si può non ordinare il signature cocktail del bartender, il Veneto Spriz composto da Aperol, Limoncello, Cherry Herring, Le Colture Prosecco.

Sardegna tutta da gustare. Nella sua stagione d’oro l’appuntamento dell’estate si riconferma in Costa Smeralda. Qui, dove l’acqua cristallina non ha niente da invidiare alle mete caraibiche, si trova l’Hotel Cala di Volpe, The Luxury Collection, dove dal pool bar, che si affaccia su una delle piscine più imponenti della zona, il bartender Davide Daga propone il suo Cosmho ottenuto mescolando sapientemente ribes, vodka, Aperol, sciroppo di rosmarino, succo di lime e ghiaccio, Ginger Beer, un ramoscello di ribes e uno di rosmarino.
Da tempo Milano è considerata laboratorio di mode e tendenze. In zona Porta Garibaldi, una delle urban break più di cool del momento si celebra al Ceresio7 Pools & Restaurant, il luogo ideale
dove respirare un’atmosfera chic e internazionale allo stesso tempo.

All’ultimo piano dell’ex palazzo dell’Enel, sul grande terrazzo che offre una vista impareggiabile sullo skyline milanese, tra la ricca tipologia di cocktail proposti dal bartender Guglielmo Maiello, ci sono M-Ezcalation, dal sapore deciso e lievemente affumicato del mezcal e le note vegetali del tequila, unite alla freschezza degli agrumi e alle note piccanti dello zenzero, e Love in Portofino, un cocktail dal gusto fresco, balsamiche donato dal cetriolo e dal basilico, dagli agrumi e dalla dolcezza dell’agave, avvolto dalle noti floreali e fruttate dei fiori di sambuco. Entrambi da consumare seduti sugli eleganti divanetti ai lati delle piscine o, meglio ancora, a bordo vasca.

Passando a Sillavengo, in provincia di Novara, si trova il country resort Al Castello, un’oasi a metà strada tra Milano e Torino.
Qua, se in cucina a pranzo e a cena lo chef Maurizio D’Andretta propone piatti che narrano la tradizione italiana attraverso i prodotti del territorio, a bordo vasca per l’ora dell’aperitivo i capolavori della mixology del luogo danno il meglio di sé con i classici Margarita, Bloody Mary e Pina Colada. Grandi classici alcolici per un’estate col botto.