July 25th
Cake Melba: un dolce omaggio al grande soprano

Un dessert sontuoso, questo, ispirato allo storico Pêche Melba firmato dal grande chef francese Georges Auguste Escoffier, che lo creò in onore della leggendaria cantante d’opera australiana Nellie Melba, da lui particolarmente apprezzata in una sua interpretazione del Lohengrin di Wagner a Londra, a fine Ottocento. Per omaggiarla, l’illustre chef francese – come racconta l’aneddoto tratto dal libro “Auguste Escoffier, Ricordi inediti” – il giorno dopo a cena le fece trovare un dolce inventato in suo onore, che celebrava in una sinfonia di gusti la nota predilezione del soprano per pesche, lamponi e gelato di vaniglia.
Si dice che la Melba si innamorò a tal punto delle “pesche al cigno” del grande Escoffier – questo era il nome del dolce al tempo della sua creazione – che il dessert passò alla storia come Pesca Melba. Presumiamo che la versione presentata da Escoffier alla cantante sarà stata un’opera d’arte dolciaria unica, ma la ricetta è sopravvissuta al passare degli anni, e la Cake Melba è oggi una torta squisita e scenografica, nello stile dei Soci del Club Diners.

 

Cake Melba

 

Per preparare la ricetta per 10persone occorrono:

4 uova (225 g circa)
200 g di zucchero
100 g di burro
135 g di mascarpone
225 g di farina
250 g di lamponi
300 g di gelato fiordilatte
600 g di gelato alla pesca
1 pesca noce
1/2 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo per decorare
burro e farina per lo stampo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preparazione:

 

 

 

1_Lavorate il burro morbido con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e spumoso, poi incorporate anche il mascarpone. Aggiungete le uova, uno alla volta, alternandole alla farina setacciata con il lievito.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2_Versate 1/3 del composto in uno stampo da plum-cake da 1 l, imburrato e infarinato, quindi affondate leggermente sul fondo metà dei lamponi. Coprite con il composto rimasto. Cuocete in forno già caldo a 180° per 45 minuti (verificate la cottura con la prova dello stecchino). Dopo aver lasciato completamente raffreddare il dolce, svuotatelo delicatamente, lasciando un paio di cm di bordo tutt’intorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3_Distribuite sul fondo il gelato fiordilatte e trasferite mezz’ora in freezer. Distribuite il gelato alla pesca, poi avvolgete il dolce con pellicola e conservatelo in freezer per almeno 6 ore. Togliete il dolce dal freezer, copritelo con un doppio foglio di alluminio e passatelo nel forno preriscaldato a 180° per una decina di minuti (coprite la superficie con 3 fogli di alluminio per proteggere il gelato).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 Decorate il dolce con fettine di pesca e lamponi. Prima di servire completate con una spolverizzata di zucchero a velo.