March 28th
E adesso detox! I cibi giusti per prepararsi alla primavera

La primavera è dietro l’angolo, e insieme alle giornate più calde e lunghe, porta con sé la necessità di rimettersi in forma: ecco su quali cibi gli esigenti soci del Club Diners dovranno puntare per arrivare pronti all’appuntamento con la bella stagione

 

Ci siamo: la bella stagione è finalmente alle porte, con i suoi alberi in fiore, le sue giornate più lunghe, il suo sole più caldo e… la puntuale necessità di rimettersi in forma in previsione dell’estate e della tanto temuta prova costume. Vietato cedere al panico però, perché non si sta affatto parlando di diete drastiche e punitive, bensì di modificare un po’ le proprie abitudini a tavola, puntando su cibi ad alto potere disintossicante e drenante, in grado di far scivolare via gli stravizi invernali e lo stress accumulato. Per raggiungere l’obiettivo “pancia piatta” in modo ancor più rapido ed efficace, è consigliabile aumentare la quantità di liquidi introdotti consumando acqua, tisane, infusi, ed eliminando – o, meglio, diminuendo – le dosi di alcol e caffeina. Non disperate, perché si tratta di un piccolo sacrificio per ottenere un eccellente risultato e (ultimo, ma non meno importante), per migliorare pure la propria routine alimentare.

Al grido di battaglia «Via le tossine!», ecco quali sono i cibi “amici” per un detox 10 e lode.

 

Al mattino, acqua tiepida e limone

È senza dubbio uno dei più noti rimedi per disintossicare l’organismo: bere ogni mattina, a digiuno, un bicchiere di acqua tiepida con succo di limone vi permetterà di ingranare la giornata con il piede giusto. Il limone, infatti, oltre ad essere un antiacido gastrico, è indicato per aiutare l’organismo a bruciare grassi – favorendo dunque il dimagrimento – e ha proprietà depurative e alcalinizzanti.

 

Un asso nella manica: le cipolle

Ricchissime di sali minerali (potassio, ferro, zolfo, magnesio, calcio, fosforo) e vitamine (in particolare C), le cipolle annoverano anche la presenza di flavonoidi, dall’azione diuretica e depurativa. Senza contare che sono una specie di medicinale naturale, efficace contro il raffreddore e l’intasamento delle vie respiratorie, nonché piene di glucochinina, una sorta di ormone vegetale che abbassa la glicemia. Insomma, una zuppa di cipolle o la cipolla di Tropea affettata cruda in insalata sono piatti da portare in tavola anche tutti i giorni quando si inizia un percorso detox: i risultati saranno visibili da subito, grazie all’azione drenante e alla diminuzione progressiva di ritenzione idrica e gonfiori. Un’unica accortezza: magari per godervi appieno un menu di questo genere, scegliete giornate in cui poi non dovete interagire troppo col prossimo…

 

La cicoria detossinante

L’acido cicorico, responsabile del sapore amaro della cicoria, è ciò che rende questa pianta un valido rimedio contro la ritenzione idrica e la cellulite: inspiegabilmente non troppo famoso fra i cibi detox, la cicoria è invece in grado di favorire la secrezione della bile e la diuresi, con effetti depurativi. Ha proprietà lassative, diuretiche e svolge un’azione disintossicante per l’organismo. Potete provarla come verdura cotta, oppure gustarla in infusi, decotti e tinture: una tazza di infuso di cicoria prima dei pasti, preparato con 35 gr di foglie fresche in un litro d’acqua, è un vero e proprio toccasana.

 

I carciofi, perfetti per il fegato

I carciofi contano pochissime calorie, e possono essere consumati in gran quantità, favorendo così anche la sensazione di sazietà. Ricchi di sali minerali essenziali per salute e benessere (calcio, ferro, fosforo, magnesio, potassio), sono eccezionali per purificare a fondo il sangue e il fegato: contengono infatti la cinerina, una sostanza che provoca l’aumento del flusso della bile e abbassa il livello di colesterolo, esercitando un’importante azione epatoprotettiva e detox. Aiutano inoltre a ridurre la cellulite, a dimagrire, ad avere un fegato più sano, a rimediare a stravizi ed eccessi di alcol e a migliorare l’aspetto della pelle impura: semaforo verde quindi, senza se e senza ma.

 

 

Curcuma e zenzero, direttamente dalla medicina ayurvedica

L’antica medicina indiana non lascia spazio a dubbi: la curcuma conta poteri antinfiammatori, antiossidanti, antitumorali e purificanti del fegato. Introdurne un cucchiaio al giorno significa depurarsi e regalarsi una dose extra di antiossidanti, rendendo l’organismo più forte contro le infezioni e gli stati infiammatori. Lo zenzero, invece, è una radice “di lunga vita” e bruciagrassi: il gingerolo in esso contenuto è infatti una molecola antiossidante, antitumorale e antinfiammatoria. Questa pianta vanta inoltre proprietà termogeniche: crea cioè calore, aiutando l’organismo a bruciare grassi e calorie più in fretta.

 

Il tè verde, un alleato prezioso

Il tè verde non è soltanto un antiossidante potente e un antitumorale grazie alle catechine in esso contenute, ma costituisce anche un rimedio eccezionale e naturale per disintossicare a fondo l’organismo, facilitando la diuresi, lo smaltimento di tossine e il dimagrimento. Per sfruttare appieno i suoi benefici detox, è importante berne almeno tre tazze al giorno, in versione deteinata se si è sensibili alla teina. Vietato barare, però: affinché sia possibile godere di tutte le sue proprietà, il tè verde deve essere gustato rigorosamente senza zucchero… il che può rappresentare l’occasione per disintossicarsi pure da quello.